Scuola tecnologica, ecco il piano per l’ampliamento del progetto Larga Banda

Una scuola che riapre in sicurezza e anche più tecnologica: gli assessorati alla Pubblica Istruzione e all’Agenda digitale sono al lavoro per l’integrazione e il completamento del progetto “Larga Banda Scuola”, in vista della riapertura a settembre, in collaborazione con i dirigenti scolastici. Il lungo periodo di chiusura ha fatto emergere l’importanza delle nuove tecnologie e della creazione di una rete condivisa, con connessioni veloci. Pertanto è in corso il monitoraggio sulla corretta copertura in termini di cablaggio e Wi-Fi nelle diverse aule dei plessi scolastici, tenuto conto delle modifiche di destinazione che nel frattempo possono aver subito, con l’obiettivo di estendere il progetto Larga Banda in tutti gli spazi a disposizione delle scuole.

Il progetto ad oggi aveva visto la totale copertura degli edifici delle scuole secondarie di primo grado e delle primarie. In alcuni casi alla fibra si affiancano sistemi wifi. Nel prossimo anno scolastico potrebbero aumentare le esigenze di connettività e quindi si rende necessario un aggiornamento del progetto portato avanti negli ultimi 5 anni. Si tratta di una ulteriore evoluzione del progetto Banda larga nelle scuole, una infrastruttura fondamentale per la didattica che potrebbe essere ancora più importante nella scuola da organizzare dopo le emergenza corona virus.

“Su questo tema ci siamo confrontati con i dirigenti scolastici che hanno accolto la nostra proposta di un nuovo monitoraggio della situazione plesso per plesso al fine di verificare le necessità di ogni aula e di ogni spazio presente nei nostri edifici scolastici – afferma l’assessore all’Innovazione tecnologica Benedetta Squittieri –  per noi è sempre stata una priorità sulla quale abbiamo investito oltre un milione di euro e reperito fondi nazionali assieme ad ogni istituto comprensivo. Si tratta di andare ancora avanti in questo lavoro per fronteggiare anche la fase nuova e i nuovi bisogni”. “Quest’iniziativa sulla banda larga fa parte del piano d’azione per la riapertura delle scuole a settembre dopo l’emergenza covid 19 attraverso un piano d’azione molto impegnativo – aggiunge l’assessore alla Pubblica Istruzione Ilaria Santi – Stiamo lavorando da settimane alla riapertura a settembre. La connettività sarà un elemento di grande qualificazione per le nostre scuole e per la didattica e ci consentirà di avere a disposizione strumenti nuovi per far fronte alle necessità che la scuola potrebbe avere nel prossimo autunno a causa dell’emergenza Covid 19. Anche se ancora non sono chiare tutte le indicazioni per le riaperture di settembre, il Comune di Prato si sta già attrezzando per affrontare al meglio il prossimo autunno”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*