Corti dal respiro internazionale e riflessioni su economia e cinema: la terza serata del Prato Film Festival. CNA alla Regione: “Investa di più nel cinema” FOTO e VIDEO

Terza serata del Prato Film festival dedicata ai cortometraggi e alla riflessione sul cinema e sull’indotto economico generato da questo settore. Il “convegno regionale sul cinema” al castello dell’imperatore è stato coordinato dalla direttrice di CNA Toscana centro Cinzia Grassi e ha coinvolto l’assessore comunale alla Cultura Simone Mangani.
La seconda parte della serata è stata dedicata alla proiezione (come sempre gratuita) dei cortometraggi. In gara per la sezione ambiente “The Recycled party” di Giuseppe Massarelli; “Aria prima” di Luca De Paolis e Gaetano Mangia, “Un mondo migliore” di geraldine Ottier. Per la sezione mondo, “Bathutub by the sea” di Ole-André Ronnenberg, “Bird with no legs” di Pavlos Stamatis, “The graffiti” di Aurelien Laplace, “Nueve pasos” di Marisa Crspo e Moises Romera. Per la sezione diritti umani, “oltre la ragione” di Matteo Bresci, “Il mondiale in piazza” di Vito Palmieri, “Hand in the cap” di Adriano Morelli, “Gli occhi dell’altro” di Rosario Errico, “Sogni” di Angelo Longoni e “Ti accorgi di me?” per la regia di Giuseppe Ferlito: un lavoro sul fenomeno del cyberbullismo che ha coinvolto un gruppo di adolescenti nella sua realizzazione. La serata ha visto anche la premiazione dell’atleta paralimpico Christian Giagnoni.
Presente nell’arena estiva del castello anche l’attore Mirko Frezza, nel cast del film “A mano disarmata” che sarà proiettato questa sera alle 21.15 al castello, durante la quarta serata del festival. Un film molto duro, la storia della giornalista Federica Angeli, finita sotto scorta per le sue inchieste sulla criminalità organizzata lungo il litorale romano.

 

Ascolta le interviste a Cinzia Grassi di Cna Toscana centro, al regista Giuseppe Ferlito e all’attore Mirko Frezza:

 

 

(Foto di Giulio Pierini)

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*