Elezioni Regionali, Ciolini (PD) inaugura il comitato elettorale: “Un punto di incontro per stare vicino a tutti i cittadini”

“Ho scelto di aprire un comitato in centro storico perché per me la politica deve stare il più possibile vicino alle esigenze e ai problemi dei cittadini”. Con queste parole il consigliere regionale uscente e nuovamente candidato nelle fila del Pd, Nicola Ciolini, ha inaugurato il comitato elettorale di Corso Mazzoni 26.

“In questi mesi difficili, durante il picco della pandemia coronavirus, ho cercato di dare risposte e di diffondere il maggior numero di informazioni usando i social – prosegue il candidato al consiglio regionale -. Ma mi sembrava giusto fare un passo in più per dare anche a chi non ha dimestichezza con le nuove tecnologie la possibilità di avere un punto di riferimento solido, concreto e facilmente raggiungibile”.

Nello spazio di Corso Mazzoni, locale da tempo chiuso, troveranno spazio varie iniziative nel corso del mese di settembre. Ogni evento, per rispettare le norme anti-contagio, sarà organizzato con un numero limitato di partecipanti, ma i temi trattati saranno molteplici. Dalla sanità alla scuola, passando per il lavoro e l’occupazione e per la mobilità sostenibile. Ci sarà inoltre una piccola esposizione di alcune delle foto scattate dal chirurgo Stefano Cantafio, direttore facente funzione dell’unità complessa di chirurgia generale, al Santo Stefano di Prato durante l’emergenza coronavirus.

“Prato deve acquisire ancor di più un ruolo di primo piano nelle politiche regionali. In questi 5 anni abbiamo fatto un buon lavoro. Ma c’è ancora molto da fare, specie dopo la pandemia che ha investito il nostro Paese – insiste Ciolini -. Serviranno sostegni concreti al lavoro e all’occupazione. In ambito sanitario dobbiamo potenziare ulteriormente le cure e l’assistenza domiciliare. Servono inoltre altre case della salute per avere terapie e diagnosi rapide in tutti i territori della nostra provincia. E Il CUP deve dotarsi di modalità di prenotazione online per tutte le prestazioni, in modo da alleggerire il centralino telefonico ed essere più efficiente e rapido nelle risposte”.

“Sul fronte ambientale invece dobbiamo incentivare la mobilità sostenibile, realizzando ciclabili anche per i tragitti casa-lavoro. Ma anche e soprattutto incentivando scelte intelligenti che mirino a preservare il pianeta e la nostra salute – conclude il candidato al consiglio regionale del Pd -. Penso a delle agevolazioni per chi acquista veicoli ibridi. O anche ad ampliare e rendere sempre gratuiti gli spazi per le biciclette sui treni e sugli autobus”.

3 Commenti

  1. L’opinione è questa :se si prendono piu’ voti ad essere a favore dell’ampliamento dell’aereoporto è a favore dell’ampliamento, se si prendono piu’ voti essendo contrari all’ampliamento è contrario. Deve ancora decidere in base ai sondaggi. Comunque questa non è solo la sua posizione, è la posizione di tutti candidati di destra di centro e di sinistra. Non ci sono, in nessun schieramento politici che hanno delle idee ci sono solo candidati che hanno delle convenienze.

  2. Sono residente all’estero iscritto ad Aire. Mi hanno fatto votare solo per le regionali e non per il referendum.Pensavo il contrario. L’ ho riferito all’intero seggio ma il Presudente cosi ha deciso.
    Ha fatto bene ??

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*