La capienza del luna park resta a 2500 persone: 6 steward e mascherine obbligatorie. Termoscanner a campione all’ingresso

La Commissione prefettizia di vigilanza per il pubblico spettacolo ha dato il via libera al Luna Park 2020, in programma da sabato 22 agosto fino al 13 settembre, in viale Marconi, con 94 giostre per grandi e piccoli, di 70 operatori provenienti da tutta Italia, e 21 banchi alimentari posti subito all’esterno dell’area fiera. In base alle indicazioni date dalla Commissione sul Piano di prevenzione e sicurezza anti-Covid 19 presentato dal comitato degli esercenti dello spettacolo viaggiante, all’ingresso dell’area sarà affisso un decalogo in italiano e inglese con le norme da rispettare per accedere: indossare la mascherina, mantenere la distanza di almeno un metro, lavarsi o igienizzare le mani con frequenza, starnutire utilizzando il gomito o fazzoletti monouso, non toccarsi ol viso, sulle giostre è possibile accedere a nuclei famigliari, altrimenti, se non appartenenti allo stesso nucleo potrà salire una persona per ogni vettura.

Il numero degli addetti alla vigilanza sul rispetto delle normative sale da 4 a 6, di cui 2 steward all’ingresso del Luna Park e 4 che si muoveranno all’interno dell’area del parco per verificare soprattutto il distanziamento e l’uso della mascherina. La temperatura corporea sarà rilevata a campione all’ingresso da due addetti con termoscanner: nel caso in cui superi 37,5 gradi la persona sarà accompagnata al servizio medico sempre presente nell’area. L’uso della mascherina è obbligatorio in ogni luogo e in ogni momento all’interno dell’area per avventori ed operatori. Dispositivi nuovi saranno distribuiti dall’organizzazione  agli utenti che ne siano sprovvisti. Ci saranno 10 postazioni con gel idroalcolico per le mani disseminate nell’area della fiera, oltre che all’ingresso delle giostre e nei tre blocchi wc, con pulizia e disinfezione costante delle vetture. Ogni responsabile delle attrazioni deve far rispettare le distanze di sicurezza all’accesso alle biglietterie e alla giostra. Anche i biglietti plastificati saranno sanificati.

Tra le previsioni anche l’ingresso massimo di 2.500 persone all’interno del recinto della fiera. E’ stata dunque confermata la capienza degli scorsi anni e dunque ragionevolmente non ci sarà bisogno del contingentamento degli accessi: nelle precedenti edizioni – hanno sottolineato i giostrai – si è registrato un massimo di 2.000 persone presenti contemporaneamente nell’area luna park, nella serata di sabato e nella fascia oraria di maggior accesso (attorno alle 22). A favorire il distanziamento interpersonale contribuirà l’ampiezza dell’area Fiera e il frazionamento delle presenze (le famiglie con bambini in genere preferiscono il pomeriggio e la prima serata, mentre la clientela più giovane solitamente frequenta il luna park dopo cena).
Non ci saranno i fuochi artificiali all’inizio del Luna Park e non sono in programma le Feste del bambino con le promozioni sui biglietti per i ragazzi sotto i 14 anni per non creare possibilità di assembramenti.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*