Bando alloggi popolari, da oggi al via le domande online

case popolari

Da oggi 30 settembre al 23 dicembre sarà possibile presentare la domanda per il bando casa di Edilizia Residenziale Pubblica per la provincia pratese. Si tratta di alloggi concessi in locazione, con un canone mensile calcolato in base ai propri redditi. Per poter accedere alla graduatoria sono necessari alcuni requisiti, previsti dalla Legge regionale 2 del 2019. Tra questi, ad esempio, la cittadinanza italiana o di uno Stato UE, residenza anagrafica o sede di attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale nell’ambito territoriale regionale per almeno cinque anni anche non continuativi, assenza di condanne penali passate in giudicato per delitti non colposi per i quali è prevista la pena detentiva non inferiore a cinque anni, ISEE non superiore a 16.500 euro, assenza di titolarità di diritti di proprietà o usufrutto, di uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare situato ad una distanza pari o inferiore a 50 Km dal comune della provincia più vicino, valore del patrimonio mobiliare non superiore a 25.000 euro e complessivamente di 40mila euro, non avere barche a motore o vela nè auto immatricolate negli ultimi 5 anni avente potenza superiore a 80 KW (110 CV).

Il bando è provinciale, quindi riguarda tutti i Comuni della provincia pratese. La domanda può essere presentata solo on line, autenticandosi alla procedura con SPID, CNS o Carta Identità Elettronica. Per presentare la domanda è necessario perciò accedere dai siti web dei Comuni. E’ previsto che ogni comune offra un servizio in presenza di aiuto alla compilazione, previo appuntamento telefonico. Le modalità per prendere appuntamento e i numeri di telefono si trovano sul sito del Comune di Prato e sui siti dei Comuni. L’aiuto alla compilazione è riservato alle persone ultrasessantacinquenni e prive di rete familiare o con altre fragilità (disabilità, barriere linguistiche, motivi oggettivi di impossibilità alla compilazione on line). Questa scelta deriva da due esigenze: incentivare l’uso di modalità digitali nei rapporti tra gli utenti e la Pubblica Amministrazione, ma anche da motivi di sicurezza legati alla attuale crisi sanitaria, che rende necessario privilegiare modalità a distanza laddove possibile. In caso di difficoltà, il Comune di Prato ha previsto anche un servizio di aiuto telefonico per informare e aiutare alla compilazione da casa. I tempi per presentare la domanda sono molto lunghi, 3 mesi, perciò si invitano i cittadini a non recarsi di persona negli uffici (che ricevono solo su appuntamento) e richiedere informazioni ai numeri di telefono

https://www.comune.prato.it/it/temi/casa/servizio/assegnazione-case-popolari/archivio6_0_148.html

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*