Ricerca sul cancro, il Castello dell’Imperatore si illumina di rosa. Anche Montemurlo aderisce all’iniziativa di Anci e Airc

La sera di domani, giovedì 1° ottobre, il Castello dell’Imperatore sarà illuminato di rosa. Il Comune di Prato ha aderito infatti alla Campagna nastro rosa promossa dall’Associazione nazionale dei Comuni italiani (Anci) e dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc). Il mese di ottobre è dedicato in tutto il mondo alla prevenzione del tumore al seno.

Anche il municipio di Montemurlo si tingerà di rosa per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione per la cura del tumore al seno. Anche quest’anno il Comune di Montemurlo ha aderito alla campagna “Nastro Rosa” e domani sera illuminerà di rosa il palazzo comunale per richiamare l’attenzione della comunità verso la lotta del tumore al seno. Questo evento, riconosciuto in tutto il mondo e associato alla campagna internazionale ‘Breast Cancer Awareness Month’, ha visto accendersi di rosa, negli ultimi tre anni, centinaia di monumenti in tutta Italia. «Un’iniziativa nella quale crediamo e che segue la campagna di “Un cuore per le donne”, che ha visto protagoniste le donne delle nostre associazioni, impegnate nella realizzazione di cuscini a forma di cuore studiati per alleviare il dolore dell’operazione del tumore al seno. – sottolinea l’assessore alle politiche sociali, Alberto Fanti- Inoltre a fine ottobre nel giardino di via San Babila a Oste inaugureremo una panchina rosa per richiamare l’attenzione sull’importanza della prevenzione».

La Campagna Nastro Rosa infatti vuole sensibilizzare un sempre più ampio numero di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella. Il tumore al seno è una delle forme di cancro per la quale si sono ottenuti i maggiori successi negli ultimi trent’anni, complice lo sviluppo di efficaci strumenti di screening per la diagnosi precoce, le innovazioni nella chirurgia e una conoscenza sempre più approfondita dei meccanismi molecolari alla base della trasformazione cellulare.

 

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*