Superbonus 110%, a Prato il primo intervento del centro Italia: il cantiere in via Baracca

Prato si conferma sempre più città all’avanguardia. Nella città laniera ha infatti, ha preso il via il primo intervento del centro Italia di riqualificazione energetica legato al superbonus del 110%. Ad essere interessato agli interventi è un condominio privato degli anni settanta, il Condominio Iris di via Baracca 65. Al suo fianco, al civico 73, il primo condominio ecosostenibile della città.

“La collaborazione che sin da subito c’è stata tra l’Amministrazione, Anaci e tutti in professionisti coinvolti ha permesso di partire velocemente in modo concreto con il superbonus del 110%, uno strumento che avrà effetti importanti sia sull’ambiente sia sul sistema economico del nostro territorio – ha spiegato il sindaco Matteo Biffoni -. Il fatto che a Prato prenda già il via il primo intervento di questa natura non è un caso, ma frutto della concretezza e rapidità in cui tutti ci siamo mossi”.

Il costo totale dei lavori, che dureranno circa 7 mesi, è di un milione di euro. In programma la realizzazione del cappotto termico, la sostituzione di tutti gli infissi e la trasformazione dell’attuale centrale termica a gasolio con due centrali a metano. Interventi che comporteranno per le 19 unità immobiliari presenti all’interno del condominio un aumento del valore di mercato di circa il 30%. L’aspetto più importante è sul fronte del risparmio economico e sull’impatto ambientale: secondo i calcoli tecnici con le nuove caldaie il taglio della bolletta sarà del 50%, così come si dimezzeranno le emissioni di CO2. “Come Amministrazione abbiamo da subito attivato un tavolo di coordinamento con Anaci, Rete Imprese, professionisti, Anci, Ifel, Epp ed Esco perché si potesse lavorare al meglio sul territorio utilizzando il super bonus – spiega l’assessore all’Urbanistica Valerio Barberis -. Questo nuovo strumento permette interventi su aree private che comunque vanno nel solco del Paes, avviato già nella scorsa legislatura dall’assessore Alessi, per avere una città dove risparmio energetico e rispetto dell’ambiente vadano di pari passo”.

Il condominio dopo gli interventi acquisterà due classi energetiche, come calcolato dallo studio di fattibilità. I lavori sono supervisionati da Duferco energia, che si occupa di sviluppo di progetti di efficienza e riqualificazione energetica: “Il condominio ha affidato a Duferco la supervisione dei lavori che poi vengono fatti da aziende del territorio – ha aggiunto Roberto Asaro, presidente di Anaci Prato e Pistoia -. Negli anni scorsi abbiamo riqualificato energeticamente altri condomini costruiti negli anni Sessanta e Settanta, che oggi rientrano nel Paes, adesso siamo stati subito pronti ad accogliere l’opportunità del superbonus grazie anche al supporto dell’Amministrazione comunale che ha coordinato da subito tutti i soggetti interessati”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*