Il Covid non ferma la giornata dell’apprendimento digitale: il mondo della scuola a confronto per garantire una didattica inclusiva

Si è svolta a Officina Giovani la quinta giornata regionale dell’Apprendimento Digitale, la manifestazione organizzata dall’Associazione Italiana Dislessia (AID), dal Comune di Prato, e dall’Ufficio scolastico regionale, con il patrocinio di Regione Toscana, dalla Provincia di Prato, Asl Toscana centro, Scuola digitale, CTS – Centro Territoriale di Supporto di Prato, Miur, EDA – European Dyslexia Association.

La giornata che quest’anno si è tenuta in modalità principalmente online, è dedicata allo sviluppo delle nuove tecnologie in favore di una didattica inclusiva.

“Una giornata importante con tanti partecipanti svolta principalmente in forma online con contenuti di formazione e di divulgazione – ha affermato l’assessore all’agenda digitale Benedetta Squittieri -. Il messaggio vuole essere quello di continuare ad insistere sulla didattica attraverso anche gli strumenti digitali e di farlo ancora di più in quest’anno così difficile in cui i nostri ragazzi hanno dovuto confrontarsi anche dal punto di vista emotivo con una scuola non più in presenza ma che li ha visti aldilà di uno schermo”.

Soddisfatta per la riuscita della giornata anche la presidente dell’Associazione italiana dislessia di Prato Manuela Zacchini: “Grazie alla passione di tanti e alla condivisione di molti è stato possibile organizzare questa quinta edizione dando continuità in un anno un po’ particolare come questo. Siamo soddisfatti per le presenze nei collegamenti e grazie alle registrazioni sarà possibile rivedere sulle piattaforma gli interventi e le attività proposte”.

La giornata si è articolata in momenti di formazione per docenti di ogni ordine e grado, in cui numerosi relatori hanno messo in campo le loro competenze pedagogiche, tecnologiche e didattiche per fornire strumenti, condivisione di buone pratiche per lo smart working, spunti di riflessione. E ancora tavole rotonde per il confronto fra docenti, ragazzi, dirigenti sul mondo della scuola; presentazione di progetti realizzati dagli studenti e gli insegnanti degli istituti scolastici di ogni ordine e grado; incontri con ospiti d’eccezione che hanno condiviso le loro esperienze, raccontando come hanno raggiunto i propri obiettivi.

Per i docenti l’evento è stato presente sulla piattaforma S.O.F.I.A. (che è una piattaforma del MIUR nella quale ogni docente ha uno spazio in cui registrare la propria formazione).

“Questa giornata è sempre stata importante – ha concluso l’assessore alla Pubblica istruzione Ilaria Santi – e lo è in particolar modo quest’anno a causa della crisi che indubbiamente il mondo della scuola sta vivendo ed è importante ribadire che la scuola di Prato, da subito nel momento del lockdown, ha dimostrato di essere un passo avanti rispetto ad altre realtà scolastiche grazie anche alla presenza di una rete digitale strutturata da anni che ha permesso una reazione alla didattica a distanza migliore di altri. Un aiuto importante quindi alla scuola che però deve essere in presenza”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*