Lavoro nero e cucina abusiva in una confezione ai Ciliani: multa di 16.800 euro e attività sospesa

Attività dell’azienda sospesa, titolare denunciata e multata per 16.800 euro. È il risultato del controllo interforze scattato ieri mattina in una confezione cinese in zona Ciliani. All’interno del laboratorio sono stati trovati due operai cinesi senza permesso di soggiorno e un terzo lavoratore privo di contratto di lavoro. La titolare, una donna di 35 anni, è stata denunciata per sfruttamento di manodopera clandestina. Ai 15.000 euro di multa comminati per il lavoro nero dei 3 operai, si sono aggiunte sanzioni pari a 1.800 euro dovute ad un locale allestito abusivamente a cucina, per la preparazione e consumazione dei pasti nella fabbrica.
Al blitz interforze hanno partecipato polizia amministrativa della Questura, polizia municipale, Ispettorato territoriale del lavoro, Asl e Alia.

Foto di archivio

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*