Montemurlo, arriva la polizia di prossimità per le segnalazioni dei cittadini e il presidio del territorio FOTO

A Montemurlo entra in servizio la polizia di prossimità. Dopo il ritardo causato dall’emergenza sanitaria, è partito questa mattina da Oste il servizio di sicurezza urbana, voluto dal Comune di Montemurlo per ascoltare i cittadini e raccogliere segnalazioni circa le problematiche della frazione. Oltre a Oste il venerdì mattina, il servizio si svolgerà il martedì mattina a Montemurlo e il sabato mattina a Bagnolo, sempre in concomitanza con lo svolgimento del mercato rionale settimanale. La prima ora del servizio di prossimità, dalle ore 9 alle 10, sarà dedicata alla raccolta delle segnalazioni presso la postazione mobile della polizia municipale, un furgone attrezzato proprio come un ufficio e dotato di un computer, collegato al data base del Comando di via Toscanini, e di una stampante. I cittadini, muniti di un documento d’identità, potranno fare segnalazioni sui temi più disparati, dall’abbandono dei rifiuti, ai problemi di viabilità o di ordine pubblico. Gli agenti di prossimità raccoglieranno la segnalazione nell’apposito modello, forniranno una copia al cittadino e si attiveranno, a seconda della problematica, con gli uffici preposti del Comune (ad esempio, l’ufficio ambiente per scarichi abusi di rifiuti, l’ufficio lavori pubblici per le buche sulle strade ecc…) oppure potranno richiedere l’intervento di altre forze dell’ordine. La polizia municipale non accetterà segnalazioni anonime.

 

 

«Dopo il lavoro sull’ufficio mobile della polizia di prossimità, gli agenti si sposteranno sul territorio e gireranno a piedi tra la gente e per le strade principali della frazione, partendo proprio dal mercato rionale – spiega l’ispettore della polizia municipale, Stefano Grossi-. Abbiamo già stabilito dei percorsi da fare con i nostri agenti di prossimità, che coinvolgono le strade maggiormente frequentate, ma, a seconda delle esigenze che emergeranno durante i servizi, potremo cambiare gli itinerari». La polizia di prossimità è un servizio sperimentale che andrà avanti almeno per tutto il 2021 ed è stato fortemente voluto dal sindaco Simone Calamai: «Credo molto nel valore e nell’efficacia della polizia di prossimità. Si tratta di un servizio che ci permette di stare vicino ai cittadini, confrontarsi con loro, raccogliere le loro segnalazioni, è come se il Comune arrivasse direttamente a casa delle persone. Gli agenti poi svolgeranno un importante lavoro di presidio del territorio e di sicurezza urbana con una presenza capillare in ogni frazione tra le persone». Il progetto, del valore complessivo di 50 mila euro, ha ricevuto 30 mila euro di finanziamento dalla Regione Toscana sulla legge per le politiche locali di sicurezza, che già in passato aveva finanziato il sistema di video sorveglianza. La sperimentazione ha consentito al Comune l’assunzione a tempo determinato di un nuovo agente, che è stato destinato proprio a questo servizio, e di un nuovo veicolo, l’ufficio mobile, riconoscibile dalla scritta “polizia di prossimità”. «È un servizio che vuol vedere un rinnovato collegamento con il territorio- dice l’assessore alla polizia municipale, Valentina Vespi –. L’obbiettivo è quello di raccogliere le segnalazioni dei cittadini e intervenire con efficacia per risolverle. Inoltre la polizia di prossimità avrà il compito di avvicinare il lavoro della polizia municipale alle persone. Auspichiamo che gli agenti diventino per i cittadini dei veri e propri punti di riferimento, ai quali chiedere consiglio e aiuto per le problematiche più diverse, un vero e proprio “ufficio comunale” sul territorio, tra la gente. Penso che il servizio potrà essere particolarmente utile agli anziani, che hanno meno possibilità di navigare sui internet o sui social. In questo modo troveranno un canale preferenziale di ascolto e aiuto per ogni necessità, dalla segnalazione di un abuso alla richiesta di attivazione di un servizio».

 

 

Gli agenti in servizio di polizia di prossimità saranno riconoscibili dall’apposito contrassegno sulla divisa. Attualmente il comando della polizia municipale vede in organico 18 agenti ed è in corso in queste settimane la procedura di selezione per la nomina del nuovo comandante, che entro il mese di novembre porterà all’individuazione del responsabile del comando di via Toscanini. «Una nuova guida per la polizia municipale che dimostra già ora tanto impegno a favore della sicurezza urbana», conclude il sindaco Simone Calamai.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*