Sequestrate dalla guardia di finanza 6600 mascherine con marchi contraffatti

Ennesima operazione della guardia di finanza di Prato per il contrasto della contraffazione. I baschi verdi hanno controllato un furgone al Macrolotto condotto da un cittadino di origine cinese. All’interno del mezzo c’erano alcune centinaia di mascherine con disegni e marchi contraffatti mischiate ad altre generiche. Dal documento di trasporto esibito la merce risultava spedita da una ditta con sede a Prato ad un soggetto economico in Grecia. I militari, dopo avere appurato che in realtà la ditta mittente aveva cessato l’attività da alcuni mesi, hanno raggiunto la sede di un’altra impresa del Macrolotto, le cui generalità erano indicate sulle confezioni delle mascherine rinvenute nel furgone. All’interno dei locali aziendali sono state rinvenute oltre 6.600 mascherine simili alle precedenti, pronte per essere immesse sul mercato, tutte contraddistinte dall’utilizzo – ovviamente senza alcuna autorizzazione – dei marchi e dei disegni riconducibili ad importanti brand della moda nonché a società di calcio. I prodotti illegali sono stati sottoposti a sequestro mentre l’autista del mezzo e la titolare della ditta individuale, una cinese peraltro risultata irreperibile, sono stati denunciati.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*