Venerdì lumini accesi in piazza delle Carceri per protestare contro il Dpcm

Tanti lumini accesi con impresso il nome di persone o aziende. E’ questo il modo inedito scelto per mettere in atto la protesta pacifica contro i provvedimenti di restrizione contenuti nell’ultimo Dpcm. La manifestazione, partita dall’idea dei tre consiglieri comunali Claudio Belgiorno, Leonardo Soldi e Claudiu Stanasel, si terrà venerdì alle 18,30 in piazza delle Carceri. Non ci saranno persone fisicamente, ma a rappresentarle saranno altrettanti lumini. Gli organizzatori hanno precisato che si tratterà di una manifestazione apartitica, alla quale hanno invitato associazioni di categoria e rappresentanti del mondo del lavoro, dello sport e della cultura per esprimere solidarietà verso i settori più colpiti dagli ultimi provvedimenti. Per partecipare si potrà portare un lumino in piazza venerdì dalle 15 alle 18, apponendo il proprio nome o quello dell’azienda. Chi vorrà aderire potrà farlo anche contattando personalmente i tre consiglieri a questi  numeri 3489106873 (Belgiorno), 3492744180 (Soldi) o 3468439315 (Stanasel), oppure inviando un messaggio alla pagina Facebook dedicata all’evento.

1 Commento

  1. Ed i lumini accesi per ricordare le persone morte da coronavirus dove glia accendono, in piazza del Comune? Fatela finita di soffiare sul fuoco di questa difficile situazione per raccogliere qualche voto!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*