Family Day, la Questura apre le porte alla città

In occasione della ricorrenza di San Michele Arcangelo, patrono della Polizia di Stato, anche quest’anno la questura di Prato ha aperto le porte delle proprie strutture alla cittadinanza per il “Family day”. Un’occasione di incontro nata in passato soprattutto per i familiari delle forze dell’ordine ma che negli anni si è poi trasformata in un tradizionale appuntamento aperto a tutti i pratesi, con un occhio di riguardo per le scuole. La giornata di festa è iniziata questa mattina con la celebrazione della Santa Messa, celebrata dal Vescovo di Prato, Monsignor Gastone Simoni, nella chiesa Madonna dell’Ulivo in via delle Fonti. In seguito è stata organizzata una visita guidata all’interno della Questura, percorrendo non solo i luoghi di lavoro, ma anche gli strumenti operativi impiegati durante il servizio quotidiano. “Si tratta di un’iniziativa importante – commenta Filippo Cerulo, questore di Prato – volta a far avvicinare i pratesi ad un luogo troppe volte considerato inaccessibile. Il nostro compito è quello di stare vicino alla cittadinanza e una giusta comunicazione è fondamentale per svolgere al meglio il nostro ruolo”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*