80 ragazzi italiani, rumeni e inglesi a palazzo Buonamici stamani per il workshp del progetto Filigrane

80 ragazzi fra italiani, provenienti soprattutto dalla Toscana, romeni e inglesi (Londra) hanno partecipato questa mattina nel salone consiliare di palazzo Buonamici al workshop del progetto Filigrane, promosso dalla Regione Toscana, che aveva come tema Strani Vari – Giovani, partecipazione e cooperazione a confronto con la pratica. Ad accogliere i ragazzi a nome della Provincia c’era Simone Gelsumini, presidente della V Commissione consiliare che si occupa appunto di politiche della scuola e giovanili.
Il workshop si proponeva di presentare l’esperienza di Strani Vari, un progetto finalizzato all’organizzazione di centri estivi per minori a Zavidovići, in Bosnia Erzegovina, con lo sguardo di chi si occupa di politiche giovanili. Il progetto, nato nel 2004, ha visto il coinvolgimento di un gruppo di giovani che, nel corso degli anni, da partecipanti e fruitori dell’esperienza, ne sono diventati progressivamente i referenti, fondando un’associazione e occupandosi del coordinamento. Nel corso dell’incontro sono state ripercorse le tappe dell’esperienza, puntando su alcuni elementi come il valore del fare e della conoscenza e la cooperazione con altri territori. Fra i relatori Marina Perino, docente di Sociologia delle relazioni etniche all’Università del Piemonte orientale, Simona Sordo e Agostino Zanotti dell’ambasciata della Democrazia locale a Zavidovići.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*