Carabinieri al lavoro nel week end

Diversi interventi, nel fine settimana appena trascorso, da parte dei carabinieri, a Prato e in provincia.

DERUBATA E DENUNCIATA
Ha subito il furto di un cellulare e di 30 euro, da parte di due scippatori, ma non ha potuto evitare, legge del governo Berlusconi alla mano, una denuncia per clandestinità. E’ capitato sabato pomeriggio, in pollative, a una quarantenne cinese. In suo soccorso, sono intervenuti i carabinieri che non hanno potuto fare a meno di denunciarla e di inviarla in questura per la notifica del provvedimento d’espulsione.

SPACCIATORE ARRESTATO
Arresto in flagranza, ieri pomeriggio, per un 18enne marocchino, già giudicato più volte, per spaccio di stupefacenti. I carabinieri lo hanno bloccato subito dopo aver ceduto, in cambio di 40 euro, mezzo grammo di cocaina a un 29enne italiano, residente a Quarrata. Quest’ultimo è stato segnalato alla prefettura quale assuntore di stupefacenti, secondo la legge 309/90 (Iervolino-Vassalli) e successive modifiche.

FALSO ALLARME
Alle 19 di sabato, una donna molto agitata ha chiamato il 112 spiegando che la figlia, minorenne, l’aveva appena chiamata spiegandole di essere all’interno del supermercato Penny Market di Montemurlo, dove era in corso una rapina.
Due autoradio dei carabinieri e un equipaggio della Tenenza montemurlese sono giunte presto sul posto, appurando di trovarsi di fronte a un falso allarme.
La direttrice del supermercato ha infatti spiegato che un anziano cliente aveva toccato, senza volerlo, la maniglia della porta antipanico, facendo appunto scattare l’allarme.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*