Carabinieri sospendono l’attività
di tre aziende con titolari cinesi

Controlli coordinati dai carabinieri del Comando provinciale e condotti secondo le modalità ormai consolidate, nella notte passata, in alcuni stabilimenti gestiti da cittadini cinesi a Prato, Montemurlo e Vaiano.
In particolare, due laboratori sono sequestrati, a causa delle palesi violazioni urbanistiche. I loro titolari sono stati denunciati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per la creazione di opere infrastrutturali all’interno degli edifici. Contestate anche violazioni relative alla sicurezza sul lavoro. In tutto sono stati posti i sigilli a 93 macchinari. Attività lavorativa nelle due aziende in questione e in un’altra. Quattro gli stranieri irregolari rintracciati che saranno avviati in questura per la formalizzazione del provvedimento d’espulsione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*