Dalla spazzatura alle opere d’arte

L’artista di Montemurlo Filippo Proetto ha scelto di creare opere e installazioni con quello che le persone gettano via ritenendolo vecchio e non più utilizzabile. Rottami e carcasse di motorini sono i suoi preferiti. Li scopre andando in giro e facendo attenzione a ciò che in prossimità dei cassonetti stimola la sua creatività.
Sabato 2 (dalle 16 alle 19) e domenica 3 ottobre (dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19) la sala superiore dell’Ex Meucci a Vernio ospita la sua prima mostra personale, “Ricicl’Arte”, una selezione di venti pezzi realizzati riadattando quanto di utile ha trovato in giro. Ecco che da una bicicletta nasce un sidecar o una slitta per la neve, da un vecchio telaio di go-kart nasce una nuova e lucida automobilina. Tutto diventa possibile grazie alla sua grande fantasia e all’abilità nel saldare e modellare metalli. Una passione per questa tecnica che affonda addirittura nella sua infanzia e che, con la professione di meccanico che porta avanti da tempo, si è sicuramente concretizzata in una straordinaria facilità di realizzazione. Le creazioni dell’artista nascono in un piccolo laboratorio che ha a Sasseta in cui egli si rifugia il fine settimana dando libero sfogo alla sua passione artistica.
La mostra è ad ingresso libero. Per informazioni, ufficio cultura del Comune di Vernio: 0574-931036.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*