E’ morto a Roma l’artista Giovanni Hajnal
Ha lavorato a Milano e nella cattedrale di Prato

E’ morto a Roma il pittore, vetratista e mosaicista Giovanni Hajnal. Nato a Budapest il 27 agosto del 1913, e arrivato nel 1948 in Italia, aveva 97 anni. Le sue opere si trovano in molti edifici pubblici e di culto in Italia e all’estero. Tra questi, ha realizzato quattro grandi vetrate nel Duomo di Milano, nella Sala Nervi in Vaticano, nel Duomo di Prato, nel rosone della facciata di Santa Maria Maggiore a Roma, e in varie chiese americane.
In particolare, la Cappella del Santissimo Sacramento nel Duomo di Prato, restaurata da meno di 10 anni, vede le vetrate sull’altare e nella bifora soprastante l’accesso alla cappella furono disegnate proprio da Jànos (Giovanni) Hajnal, nel 1962.
Ungherese di nascita, appunto, si trasferì definitivamente in Italia subito dopo la seconda guerra mondiale, a trentacinque anni. Ha ottenuto la cittadinanza italiana per meriti artistici nel 1958 e nel 2002 è stato nominato Commendatore dal Presidente Ciampi. Nel 1992 gli è stato conferita dal Presidente della Repubblica Ungherese la Croce al Valore Civile, la più alta onorificenza ungherese in campo culturale. Nominato all’unanimità dal Consiglio dell’Università unghesere Magister Rerum Artium Honoris Causa dell’Accademia di Belle Arti di Budapest.
In Ungheria i suoi lavori figurano a Budapest, al Museo delle Belle Arti e nel Museo della Capitale, oltre che in collezioni private.
Diplomato all’Accademia di Budapest, ove ha ottenuto premi e borse di studio, ha quindi frequentato le Accademie di Francoforte, Stoccolma e Roma.
A diciott’anni, il suo primo viaggio in Italia: da Budapest si recò a piedi, si narra, a Firenze per ammirare l’arte italiana.
A Prato, come detto, ha lavorato alle vetrate del Duomo. Da notare, per ancora per curiosità, che Hajnal ha disegnato per la Filatelia Vaticana numerose serie di francobolli. Tra l’altro: nel 1983, 4 francobolli per l’Anno Santo straordinario; nel 1985, la serie commerativa per i Santi Cirillo e Metodio; nel 1993, 4 francobilli per il Congresso Eucaristico Internazionale di Siviglia; nel 1994, 4 francobolli per l’Anno Internazionale della Famiglia e nel 1998, 5 francobilli dedicati ai Viaggi del Papa. Il numero 1/2006 della rivista Cronaca Filatelica dedica la copertina “alle creazioni filateliche di Giovanni Hajnal”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*