La console cinese a Montemurlo

A dicembre la console cinese Zhou Yumqui sarà a Montemurlo, ad invitarla il sindaco Mauro Lorenzini, che l’ha incontrata lo scorso giovedì alla firma dell’accordo commerciale tra la Provincia di Prato e la municipalità di Wenzhou, e con la quale è nato subito un dialogo positivo. Per l’amministrazione comunale, infatti, è molto importante lavorare sul fronte dell’integrazione, ma anche sviluppare forme di collaborazione sul versante economico. “Anche a Montemurlo è presente una comunità cinese.- spiega- I bambini cinesi frequentano le nostre scuole, giocano con i bambini italiani e per noi è di fondamentale importanza che si lavori per un’ integrazione vera e profonda. D’altra parte ho chiesto in maniera chiara ed esplicita al vicesindaco di Wenzhou, che ci aiuti nella nostra lotta per avere il rispetto della legalità economica anche da parte delle ditte cinesi, la tutela dei diritti dei lavoratori e delle regole.”
Nell’incontro di dicembre, quindi, Lorenzini chiederà alla console un lavoro comune su legalità e integrazione, ma proporrà anche una forma di collaborazione sul fronte economico “ Se si rispetta il concetto di legalità noi siamo pronti ad accogliere aziende cinesi sul nostro territorio. Sia ben chiaro a patto che queste siano in regola con le normative, che paghino i contributi, che rispettino i diritti dei lavoratori.” No, quindi, alle chiusure pregiudiziali, anzi per il sindaco di Montemurlo dall’insediamento di nuove aziende potrebbero derivare benefici e opportunità di sviluppo ed occupazione per l’intero territorio.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*