No ai tagli per il trasporto pubblico

Lam verde

No tagli al trasporto. Si chiama così la campagna regionale contro i tagli del governo al trasporto pubblico locale sostenuta da Asstra, Legambiente e Anav. Attraverso il sito internet notaglialtrasporto.it si può firmare virtualmente una petizione per dire no ai tagli, che per la regione Toscana dovrebbero arrivare a 230milioni di euro, mettendo in ginocchio il trasporto su gomma. Gli effetti potrebbero essere la riduzione dei servizi, posti di lavoro a rischio e probabile rincaro dei biglietti. Anche la Cap, ovviamente interessata, ha espresso le proprie preoccupazioni. Legambiente teme che la diminuzione dei servizi del trasporto pubblico comporterà un aumento dell’uso del mezzo privato, con effetti sulla qualità dell’aria. A Prato, anche per il 2010, facendo una proiezione, saranno superati i 40 giorni di sforamento del limite di pm 10.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*