Tragedia in via Ciulli
Aggiornamento 2

Si chiama Chen Yughuang e ha trovato ristoro e tempo per riprendersi dallo schock nella caserma dei carabinieri. E’ il conducente della Ford Focus scampato alla tragedia di via Ciulli, nella quale tre donne cinesi, a bordo di una Lancia Y, sono invece morte travolte da una vera e propria ondata d’acqua. L’uomo ha avuto l’accortezza di aprire il portellone posteriore dell’auto prima che questa finisse sommersa da acqua e fango e la capacità, disperata, di portarsi in salvo.
A bordo della vettura è stata ritrovata una borsa da donna. In un primo momento si è temuto che le vittime della tragica notte appena trascorsa fossero tre, una delle quali dispersa. I carabinieri hanno però rintracciato la proprietaria della borsetta, figlia dell’uomo portatosi in salvo, che è giunta sul posto, ha spiegato ai militari che suo padre era l’uomo a bordo del veicolo e ha riconosciuto i propri oggetti.
La donna, giovane e spaventata, ha riferito, in un italiano stentato, di non sapere come il padre avesse fatto a salvarsi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*