Un miele eccellente a Vernio
con record di presenze

Record di presenze per la VI edizione della kermesse enogastronomica “Dolce Vernio”. L’evento, tenutosi nell’alta Val di Bisenzio sabato e domenica scorsa ha riscosso davvero tanta attenzione da parte di visitatori e appassionati del settore del miele.
Sono andate bene sia le degustazioni specialistiche che il convegno per gli operatori dell’apicoltura, organizzati sabato sera e domenica mattina, ma ottimo è stato anche il risultato per la mostra mercato che domenica ha richiamato all’ex fabbrica Meucci migliaia di visitatori, interessati ad assaggiare le golose produzioni valbisentine come le ricette a base di farina di castagne, i panfrutti o i mieli, ma anche specialità da fuori regione come i cannoli siciliani o i piatti del Gargano.
“C’è stata una partecipazione strabiliante – ha commentato il sindaco di Vernio, Paolo Cecconi – Questo conferma che la manifestazione ha centrato un obiettivo importante e offre un’occasione di sviluppo turistico per questo territorio. La grande soddisfazione deriva anche dal fatto che Dolce Vernio è diventato un grande evento che viene realizzato praticamente a costo zero. Questo anno abbiamo ricevuto soltanto un piccolo contributo dalla Provincia di Prato, ma il resto è stato tutto autofinanziato dai produttori e dagli espositori che hanno messo a disposizione gratuitamente gli assaggi per le degustazioni”.
L’evento ha confermato anche un altro primato, l’assoluta eccellenza del miele prodotto in val di Bisenzio. Il concorso regionale domenica mattina ha eletto i vincitori tra i 131 mieli in concorso analizzati dal panel test della Provincia di Siena, suddivisi tra quattro categorie in gara: acacia, castagno, millefiori, mieli vari. Ai primi posti, con punteggi altissimi che attestano la pregevole qualità delle produzioni, tanti mieli provenienti dal territorio di Vernio, Cantagallo e Vaiano.
Nella categoria acacia si è aggiudicato il primo posto la produzione di Paolo Betti di Vernio, al secondo Enzo Elmi di Camugnano (Bo) e al terzo di Nicola Toninelli di Treppio (Pt). Nella categoria Castagno: primo posto per Roberto Marchetti la cui produzione proviene dal Comune di Montemurlo; al secondo, Luigi Bianchi di Borgo a Mozzano (Lu); al terzo, Andrea Piccioli di Montepiano. Nella categoria millefiori: al primo posto, Giovanni Gigliotti di Vernio; al secondo, Paolo Betti di Vernio; al terzo l’azienda agricola di Fabbri Elisabetta di Lajatico (Pi). Nella categoria mieli vari: Giovanni Verniani di Cantagallo; al secondo, l’Azienda agricola Valle di Pinino di Santa Maria a Monte (Pi); al terzo, la Bottega del miele di Cantagallo.
Il concorso ha assegnato anche alcuni premi speciali. Il premio “Fedeltà” è andato all’azienda di Giuseppe Bandini della provincia di Firenze, quello sul “Miele dell’Appenino” è stato assegnato a Giuliano Vangi di Cavarzano e per i “Mieli particolari” è stato premiato Alberto Bocelli di Lajatico.
La dottoressa Serena Rocchi, coordinatrice del panel test di Siena ha confermato che l’evento, con il concorso regionale del miele, è quello che registra il maggior numero di partecipanti a livello toscano ed è tra i primi anche a livello nazionale. L’esperta ha inoltre confermato che il miele prodotto in Val di Bisenzio ha davvero qualità eccellenti dettate, probabilmente, anche dal buon clima che c’è nella zona.
Visto il successo di questo anno, è già confermata l’organizzazione della prossima edizione di “Dolce Vernio” per il 2011 con l’obiettivo di trovare anche nuovi e ulteriori spazi dove poterla allestire.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*