Gusti e prodotti pratesi sbancano Mosca

Una veduta del Cremlino

Una veduta del CremlinoSoddisfazione tra le aziende pratesi partecipanti al workshop organizzato da Pratotrade a Pechino e Shanghai. Il seminario, svoltosi nei giorni scorsi, rientrava nel quadro delle iniziative promozionali all’estero e per lo sviluppo di nuovi sbocchi alle produzioni pratesi del distretto. Le nove aziende che vi hanno aderito hanno avuto la possibilita’ di incontrare importanti clienti locali selezionati dalla ‘China Fashion Association’. In particolare, le imprese pratesi hanno potuto verificare le caratteristiche del mercato locale constatando un notevole interesse di un numero sempre maggiore di operatori per i prodotti di qualita’. Prodotti piu’ classici nella provincia di Pechino, mentre Shanghai ha manifestato un maggiore orientamento verso prodotti fashion donna. Il mercato cinese rappresenta al momento il 4% dell’export – ha reso noto Pratotrade – ma presenta margini e potenzialita’ di crescita veramente interessanti nel medio periodo per le produzioni caratterizzate da alta qualita’ delle fibre impiegate ed alto contenuto di innovazione e design.
Da oggi, sul mercato russo, partono inoltre i prototipi innovativi scaturiti dalla nuova edizione del progetto della Camera di commercio di Prato, ‘Rethinking the product’. Fino al 28 novembre, infatti, i prototipi realizzati nel campo dell’arredo casa e dell’oggettistica saranno esposti nell’ambito del Moscow International Salon, l’evento clou nel campo dell’interior design in Russia. ‘Rethinking the product’ e’ nato con la finalita’ di aiutare le imprese a immaginare nuove destinazioni d’uso per le proprie produzioni, dando vita a oggetti originali che spaziano dall’arredamento, alle luci, agli accessori di abbigliamento.
Dicevamo che la missione a Mosca non ha risparmiato i gourmet. Spalmabili, pate’ per crostini, olio extravergine d’oliva e biscotti. Sono i prodotti di quattro aziende del settore agroalimentare pratese che, grazie ad un’iniziativa organizzata dall’ufficio Internazionalizzazione della Camera di commercio di Prato, avranno la possibilita’ di entrare a far parte dell’offerta gastronomica di alcuni ristoranti italiani a Mosca. I prodotti sono stati infatti affidati ad un importatore italiano che lavora sul mercato russo. Nei prossimi giorni i migliori ristoranti di Mosca avranno cosi’ la possibilita’ di assaggiare alcune delle delizie gastronomiche made in Prato. L’iniziativa si iscrive nell’ambito del ‘Tuscany italian excellence’, il laboratorio di innovazione, aggregazione e marketing sui mercati internazionali organizzato dalla Camera di commercio di Prato, con il contributo di Toscana Promozione.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*