Le province di Prato, Firenze e Pistoia
puntano su innovazione e ricerca

Le Province di Prato, Firenze e Pistoia fanno quadrato anche attorno allo sviluppo dell’innovazione e della ricerca, per accedere ai circa 20 milioni di finanziamenti messi in campo dalla Regione attraverso un bando regionale per il potenziamento del sistema di trasferimento tecnologico della Toscana. I tre enti hanno presentato un documento strategico contente i progetti prioritari per l’area metropolitana: il Creaf (Centro per la ricerca e l’alta formazione) di Prato, il Polo Scientifico di Sesto Fiorentino e il Laboratorio di modellazione dinamica e meccaatronica di Pistoia. Soltanto per il Creaf, che sarà al centro della discussione del prossimo Tavolo di distretto convocato per il 24 novembre prossimo, il finanziamento chiesto alla Regione ammonta a 2 milioni di euro, che serviranno per l’acquisto degli arredi e delle attrezzature interne dei laboratori.
Il documento di area metropolitana, firmato anche dalle associazioni di economiche, contiene altri quattro progetti per il territorio pratese: l’ampliamento del laboratorio di analisi conto terzi dell’Istituto Buzzi; due laboratori promossi dal Pin (il primo per indagini di carattere organolettico, studi di fattibilità e di lancio di nuovi prodotti; il secondo riguardante l’innovazione dei processi e degli impianti per la salvaguardia ambientale); ed infine un polo per lo sviluppo del terziario avanzatao per la digitalizzazione degli archivi tessili e storici promosso dalla Comunità Montana Val di Bisenzio.
L’elenco dei progetti ammessi ai finanziamenti sarà reso noto dalla Regione entro il 15 gennaio 2011.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*