Tar respinge ricorso dei ristoratori cinesi

L'interno d'un ristorante cinese

Il Tar della Toscana ha confermato un’ordinanza del sindaco di Prato sugli orari serali di bar, ristoranti e tavole calde, che obbliga i gestori a chiudere gli esercizi alle 24, respingendo cosi’ una richiesta di immediata sospensione della stessa ordinanza fatta da 32 cinesi titolari di esercizi pubblici a Prato con un ricorso. L’assessore alle attivita’ produttive Roberto Caverni, rispondendo a domande giunte dai banchi della maggioranza e dell’opposizione, ha commentato che ”il Tar ha ritenuto sussistente il potere esercitato dall’amministrazione comunale, ai sensi dell’art. 50 del testo unico degli enti locali”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*