Cocaina nel cassetto della scrivania
Arrestato insospettabile imprenditore

Un insospettabile imprenditore italiano di 43 anni, incensurato, e un operaio albanese 34enne sono stati arrestati ieri sera dalla polizia per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. La sezione antidroga della squadra mobile di Prato è intervenuta ieri pomeriggio fermando un’Audi, che si allontanava in maniera sospetta da una ditta di Agliana, il cui titolare, B.P., era tenuto d’occhio per il possibile coinvolgimento in traffici illeciti. Il conducente dell’Audi, un 35enne italiano, trovato in possesso di una dose di cocaina, ha riferito agli agenti di averla acquistata dall’imprenditore di Agliana.

Da lì i controlli si sono estesi alla ditta: il titolare, trovato in possesso di una dose di cocaina, custodiva nel cassetto della scrivania altri 22,60 g di polvere bianca, una bilancina di precisione e ritagli di cellophane per confezionare le dosi di droga. L’uomo è stato così arrestato, assieme ad un suo conoscente, un operaio albanese di 34 anni, trovato in possesso di una confezione di cellophane contenente 55 grammi di cocaina. Gli agenti si sono poi recati presso la ritorcitura di Montemurlo dove  lavorava il cittadino albanese, trovando, in un armadietto nella sua disponibilità, altri  48 grammi di cocaina. Ignari dei traffici illeciti dell’operaio albanese, nonostante i suoi precedenti per droga, il titolare della ditta e i colleghi di lavoro.

In tutto la sezione antidroga della squadra mobile ha sequestrato 128 grammi di cocaina e una bilancina di precisione. I due arrestati sono stati condotti nel carcere di Pistoia.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*