In vigore fino a stasera l’obbligo delle catene e dei pneumatici da neve. I consigli della Protezione civile

Le strade invase ancora dal ghiaccio e dalla neve, comprese le principali arterie di scorrimento.
Da ieri sera e fino all’intera giornata odierna, è in vigore l’ordinanza del sindaco che prevede per gli automobilisti l’obbligo di circolazione con pneumatici da neve o con catene a bordo, lungo le strade comunali.

Ma cosa fare in questa situazione? Oltre al buon senso, ci sono di aiuto alcuni consigli della Protezione civile.  Eccoli qua.

Il sale sotto casa
Tutti dobbiamo avere a disposizione  del sale per tenere pulito l’accesso alla casa e al garage.  Chi deve percorrere una rampa è bene che la tenga sgombra da neve e cosparsa di sale. Funziona perfettamente il comune sale grosso da cucina; possiamo tenerne tutti una piccola scorta ed è facile da spargere: va buttato come se si stesse seminando, senza esagerare con le quantità.

Rendere agibili i marciapiedi
In caso di neve e/o ghiaccio è obbligatorio, per conduttori e frontisti di stabili,  rendere agibile in condizioni di sicurezza ottimali i tratti  di marciapiede, i passaggi pedonali e i passi carrabili davanti ai singoli edifici e negozi (tratto dal regolamento comunale).

Chi vive in collina
Chi vive o lavora in zone particolarmente soggette a neve e ghiaccio (es. Cerreto, Collina, Centopini, Poggio Castiglioni, Filettole, ecc.) deve viaggiare con le gomme da neve o le catene. È importante saperle montare sulla propria auto. Niente vieta di fare una prova!

Non usare mezzi propri
Chi ha la possibilità di usare un mezzo pubblico lasci a casa la propria auto. Chi può rimandare appuntamenti e impegni non importanti rimanga a casa!
Cosa NON fare
NON utilizzare, in nessun caso, mezzi a due ruote (biciclette, motorini, scooter).
NON ammassare neve sulla pubblica via o in prossimità dei passaggi pedonali (è vietato e pericoloso).
NON uscire di casa con scarpe non adeguate; è preferibile indossare scarpe con suole in gomma a carroarmato per evitare spiacevoli cadute e incidenti
Per ulteriori informazioni, si può visitare il sito www.protezionecivile.comune.prato.it  oppure chiamare il numero verde 800 30 15 30.

(Foto: Protezione civile Prato)

3 Commenti

  1. E’ VERAMENTE UNA VERGOGNA , DOPO 2 GIORNI NON ABBIAMO
    ANCORA VISTO NESSUN DIPENDENTE COMUNALE O DELLA PROTEZIONE
    CIVILE A PRENDERERE ATTO DI COME SONO GHIACCIATE
    LE STRADE . MA I VIGILI URBANI SONO TUTTI IN FERIE

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*