Al Volley Prato il derby col Massa

Prato batte la Quasar e tiene il passo delle migliori. Gara gestita con qualche affanno di troppo dagli uomini di D’Onofrio che, dopo un buon primo set, giocano due parziali con il freno a mano tirato ma superano una Rossi Le Auto coraggiosa ma rimaneggiata. Già perchè i veri protagonisti della partita, almeno all’inizio, sembrano essere da ambo le parti gli assenti. Prato doveva fare a meno di Passavanti e Gori e D’Onofrio schierava al centro il secondo opposto Giovannetti mentre Emanuele Parretti, che iniziava in panchina, per aiutare la causa tornava a calcare i campi della Serie C. La Quasar, come detto, arrivava al Keynes falcidiata e si presentava a Prato in nove, colpita da malattie ed infortuni.Alla fine, comunque, buon successo per il Volley Prato che da questa sfida, ed in attesa dei match con Pisa e Migliarino, voleva solo i tre punti.
1° set: D’Onofrio non ha Gori, influenzato e schiera Carovani in diagonale con Banchi, Baronti e Giovannetti al centro, Magnini e Pini di banda e Alessi libero. Risposta Quasar con Guidi in regia, Baldassini opposto, Baldini e Pucciarelli al centro, De Guttry e Scimone di banda e Vignali libero. Prato che trova subito il punto al centro con Giovannetti, dopo un gran muro di Baldini su Magnini. La squadra di D’Onofrio saliva sul 5-3 ma un ace di Baldassini riportava Massa in parità. Prato scappava di nuovo sull’8-5 con la battuta al salto di Banchi mentre un muro di Carovani valeva il più quattro ed il time out di Vullo. A riaprire le ostilità era ancora il numero 2 di D’Onofrio che in pallonetto trovava il 10-5. Massa provava a rientrare con Scimone in battuta e Pucciarelli a trovare il muro del 10-7. Era sempre la ricezione degli ospiti a regalare punti alla squadra di D’Onofrio che saliva 14-7 e 16-10. Era Banchi a mettere palla a terra con continuità e sul 17-10 Gianni Vullo spendeva il suo secondo time out. Sul 20-11 entrava Guadagni per De Guttry ma la sostanza del set non cambiava e Prato chiudeva a 17.
2° set: formazioni di partenza confermate e Massa che partiva meglio piazzando lo 0-2 con Baldassini. A rompere il breve digiuno pratese ci pensava Magnini che, però, poi sbagliava il servizio.Un raro errore di Banchi valeva l’1-4 per gli ospiti. Pini ricuciva (4-4) ma il terzo errore al servizio consecutivo dei pratesi riportava avanti Massa (4-5). Era ancora il servizio di Banchi a firmare il break per i padroni di casa che salivano sull’8-5. Il muro di Baronti portava Prato al più quattro e Vullo al tempo. Banchi firmava il 10-5 ed era Scimone a sbagliare l’attacco dell’11-6. Vullo metteva dentro Guadagni che trovava l’ace dell’11-7, Guidi il tocco del meno tre. De Guttry trovava l’attacco del punto numero 11 ospite, Baldassini conquistava a muro il 12. L’ace di De Guttry valeva il meno uno Massa (14-13). Set più equilibrato del precedente anche a causa dei tanti errori commessi dalle due squadre. Pini trovava il block out del nuovo più due (17-15). Due errori degli ospiti portavano Prato sul 19-15 ed ancora Vullo al tempo. Massa tornava sul 20-18. Prato sbagliava tanto in battuta e ricezione e sul 21-20 era D’Onofrio a chiamare tempo. Alla ripresa Giovannetti allungava sul 22-20, Magnini sbagliava l’ennesima battuta per i suoi (8 gli errori al servizio dei pratesi nel set). Giovannetti, ancora lui, metteva a terra il 23-21, un errore in copertura degli ospiti regalava a Pini il 24-22. Guidi di seconda intenzione riportava Massa sul 24-24. Prato sul 25-24 con Pini che, poi, sbagliava il nono servizio. Magnini metteva giù il 26-25. Entrava Barni al servizio ma Baldassini riportava la Quasar in parità. Magnini trovava l’attacco del nuovo set point pratese ma Baldini era bravissimo a muro a fermare proprio Magnini per la nuova parità. Banchi inventava il diagonale del 28-27, Giovannetti chiudeva a muro.
3° set: Vullo confermava Guadagni in campo, D’Onofrio la formazione di partenza. Giovannetti metteva giù il primo tempo del 2-0. Due ace di Magnini, il primo fortunato, portava Prato sul 5-1. Sul 5-2 Parretti faceva il suo ingresso in campo al posto di Giovannetti. Prato saliva sull’8-4. Vullo gettava nella mischia Scimone per De Guttry. Sul 9-4 Gianni Vullo chiamava tempo. La squadra di casa saliva 11-6 con un buon Baronti. Il servizio di Pini metteva in difficoltà la ricezione ospite e Prato saliva 13-6. Vullo mandava in campo Rossi. Massa, però, sbagliava troppo e per i ragazzi di D’Onofrio era comodo salire sul 15-7. Magnini metteva a terra il 16-9. Sul 16-10 D’Onofrio cambiava in regia con Barni per Carovani. Il Volley Prato saliva 17-12 ma la Quasar era brava a non mollare (17-15) e D’Onofrio chiamava tempo. Al ritorno in campo era Banchi a dare fiato ai suoi (18-15) mentre Parretti trova l’ace del punto 19. Barni era bravissimo a cercare al centro Baronti per il 20-17. Sul 20-18 rientrava Carovani. Il muro ospite su Pini valeva il 20-19. Una scioccheza dei ragazzi di casa portava la Quasar in parità. Banchi firmava il nuovo sorpasso (21-20). Un errore egli ospiti regalava a Prato il 22-20 e Vullo chiamava tempo. Rossi firmava al centro il 22-21 ma Baldassini spediva in rete l’attacco del 23-21. Prato, però, era impreciso e poco lucido e Massa tornava in parità. D’Onofrio chiamava tempo sul 23-23. Massa regalava il match point a Prato con un’indecisione clamorosa in difesa. L’ace di Carovani chiudeva la gara.

Il tabellino

VOLLEY PRATO – ROSSI LE AUTO QUASAR MASSA VERSILIA 3-0
Volley Prato: Banchi, Novelli M., Magnini, Pini, Carovani, Alessi, Giovannetti, Novelli L., Baronti, Parretti, Martinengo, Barni, Bianciardi. All. D’Onofrio.
Rossi LeAuto Quasar Massa Versilia: Vignali, Guadagni, De Guttry, Baldini, Baldassini, Guidi, Scimone, Pucciarelli, Rossi. All. Vullo.
Arbitro: Paladini
Parziali: 25-17; 29-27; 25-23.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*