Emergenza criminalità, cinque rapine in poche ore
a Prato e provincia

Dopo alcuni giorni di relativa tranquillità, è tornato a salire ieri sera l’allarme rapine in città, con cinque colpi messi a segno in poche ore da gruppi criminali diversi. Attorno alle 19, quattro rapinatori cinesi, a volto coperto, hanno fatto irruzione in un pronto moda gestito da connazionali in via Trentino Alto Adige, nel Macrolotto di Iolo. Sotto la minaccia di una pistola, i banditi hanno legato e imbavagliato i presenti e sono fuggiti con circa 10 mila euro in contanti. Sul posto, è intervenuta la polizia, con uomini delle volanti e della squadra mobile, che hanno acquisito le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso. Più o meno alla stessa ora tre uomini incappucciati hanno rapinato il supermercato Eurospin di via Statale a Poggetto, nel comune di Poggio a Caiano. Anche in questo caso i banditi, italiani, hanno minacciato le cassiere con una pistola e si sono fatti consegnare i soldi, poche migliaia di euro, prima di fuggire. Sul caso indagano i carabinieri. Un’altra rapina, questa volta messa a segno da rapinatori dai tratti magrebini è stata messa a segno al Fortuna Market di via Cadamosto, dietro i giardini di via Colombo. A completare la giornata terribile sul versante criminalità, ci sono anche una rapina ad un passante a Montemurlo, e un’altra aggressione, in piena notte, subita da un 37enne cinese, raggiunto alle spalle da uno scooter in via del Molinuzzo e pestato da due malviventi, che gli hanno portato via 160 euro in contanti. L’uomo è stato soccorso da una volante della polizia che lo ha visto camminare al centro della carreggiata con il volto sporco di sangue. L’orientale è stato poi trasportato al pronto soccorso da un’ambulanza. Anche in questo caso i banditi sono riusciti a far perdere le loro tracce.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*