Maratona oratoria contro le persecuzioni dei cristiani e per la libertà di culto


Anche Prato si mobilità a difesa della libertà religiosa, dopo i fatti drammatici che stanno accadendo in Egitto ai danni dei cristiani copti.
L’assessorato alle politiche di integrazione del Comune di Prato ha organizzato una maratona oratoria contro le persecuzioni dei cristiani e per la libertà di culto, che si terrà mercoledì 5 gennaio, con inizio alle ore 21,30, in piazza Duomo. All’appuntamento sono invitate a partecipare tutte le forze politiche, l’amministrazione provinciale e tutte le realtà religiose presenti sul territorio pratese.
“Non possiamo rimanere impassibili di fronte all’inasprirsi di un’inaccettabile spirale di odio, che si sta sempre più manifestando attraverso un vero e proprio stragismo nei confronti dei cristiani di tutto il mondo” afferma l’assessore Giorgio Silli. “Ognuno può portare un contributo importante con il dialogo, nella ferma convinzione che dobbiamo dire no ad ogni forma di fondamentalismo e di terrorismo” aggiunge Silli, per questo l’incontro di mercoledì prossimo, dove si alterneranno interventi pubblici in piazza, sarà aperto agli appartenenti di tutte le confessioni religiose.
“Il nostro – conclude Silli – è un Paese civile e ha il diritto dovere di esprimersi, prendere posizione e interpretare un ruolo attivo di sensibilizzazione”.

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Emanuele Bresci
Emanuele Bresci
11 anni fa

Ognuno/a ha indubbiamente pieno diritto di avere, non avere una religione o un credo particolare, la libertà di religione, così come di ateismo o agnosticismo è una delle forme della libertà.

E’ contro questa libertà qualsiasi forma di integralismo ideologico-religioso, tante le vittime ancora oggi di religioni ed ideologie integraliste.

Teniamo presente, anche se non è molto popolare ricordarlo nè nelle chiese nè nelle moschee, che gay, lesbiche e trans sono spesso colpiti/e/*, emarginati/e/* e perseguitati/e/*, dai più svariati fondamentalismi, compreso quello della Chiesa Cattolica.

dario
Editor
11 anni fa

La Chiesa cattolica avrà, caro Emanuele, molti difetti, ma non quello di essere fondamentalista. Saluti.