Si finge invalido e chiede l’elemosina al semaforo
Denunciato per abuso della credulità popolare

Impietosiva gli automobilisti strascicando a fatica le gambe e appoggiandosi ad una stampella, per chiedere l’elemosina al semaforo, ma non appena due poliziotti gli si sono avvicinati, il falso invalido ha ritrovato la postura e la camminata di un atleta, nel tentare di eludere il controllo. Protagonista della questua truffaldina è un 23enne rumeno, che da qualche tempo, con una certa insistenza chiedeva l’elemosina al semaforo tra via Arcivescovo Martini e piazza San Marco, zoppicando vistosamente aggrappato a una stampella. Gli agenti, ricevute le segnalazioni di alcuni automobilisti che avevano dubitato dell’invalidità del ragazzo, hanno deciso di verificare di persona e in effetti, alla loro vista, il romeno si è allontanato a passo spedito, tenendo in mano la stampella con cui fino a poco prima si muoveva a fatica. Il ragazzo, senza fissa dimora, è stato portato in questura e denunciato per abuso della credulità popolare. Grazie alla sceneggiata, alle dieci del mattino, aveva già raccolto 36 euro di elemosina da parte degli automobilisti.

1 Commento

  1. Non è solo, ce ne sono due sempre in piazza San Marco, controllate perchè devono essere amici di elemosina!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*