Tre rapine armate in poche ore
a tabacchi, agenzia auto e tassista

Un tabaccaio in via Roma, un’agenzia di pratiche auto in viale Montegrappa, un tassista assalito durante il turno di lavoro. Sono le tre vittime di altrettante rapine avvenute ieri nel giro di poche ore a Prato, da parte di tre diverso rapinatori solitari. Il primo colpo è stato messo a segno attorno alle 14 alla Prato Servizi di viale Montegrappa. Un malvivente ha fatto irruzione nell’agenzia; sotto la minaccia di un coltello, si è fatto consegnare dal titolare i soldi presenti in cassa ed è scappato.
La stessa scena, attorno alle 19, si è ripetuta al Soccorso, presso la Tabaccheria Giannoni. Un altro bandito, a volto scoperto, è entrato nel negozio, ha puntato una pistola alla tempia della tabaccaia e si è fatto consegnare l’incasso, poche decine di euro, prima di darsi alla fuga.
La terza rapina è avvenuta ieri sera, ai danni di un tassista pratese. Un uomo si è presentato come un normale cliente ed è salito a bordo della vettura, ma poco dopo ha estratto un coltello e ha ordinato al conducente di dirigersi verso Iolo. Giunti in una zona isolata di via del Coderino, il rapinatore ha imposto al tassista di fermarsi, lo ha picchiato, derubato dei soldi e del cellulare e lo ha lasciato in strada, per poi allontanarsi a bordo del taxi. Il tassista ha chiesto aiuto alla prima casa, distante centinaia di metri e prima che l’allarme scattasse, il rapinatore aveva già staccato i sistemi elettronici e satellitari che potevano consentire di rintracciare la vettura. L’auto è stata ritrovata questa mattina dai carabinieri che l’hanno segnalata alla polizia, titolare delle indagini sul caso. Appena dieci giorni fa, nella notte di Capodanno, un altro tassista pratese fu tenuto in ostaggio e rapinato con le stesse modalità. Il sospetto, anche in base alle testimonianze delle vittime, è che possa trattarsi dello stesso malvivente. Intanto il presidente della Cooperativa dei tassisti pratesi Gianni Bonamici ha lanciato l’allarme sicurezza: “Offriamo un servizio 24 ore su 24, ma nei turni di notte la situazione è pesante. È la seconda rapina in dieci giorni, e la terza in poco più di un anno, senza contare i tanti episodi minori in cui è comunque messa a repentaglio la nostra incolumità. Domani incontreremo l’assessore comunale alla sicurezza Aldo Milone. La nostra proposta è di installare delle telecamere all’interno dei taxi, che possano essere di aiuto alle forze dell’ordine e agire da deterrente nei confronti dei malintenzionati. È un sistema già adottato dai nostri colleghi di Firenze e Pisa. Speriamo che si possa realizzare anche a Prato e che serva a migliorare la situazione”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*