Violenta lite in strada, 19enne aggredito con un cacciavite

Una violenta lite in strada, scaturita per futili motivi, è finita con il ferimento di un ragazzo albanese, colpito al gluteo con un cacciavite, poi dimesso dall’ospedale di Prato con dieci giorni di prognosi. Il diciannovenne ha avuto la peggio dopo la discussione verbale avuta con due connazionali a bordo di un camion, avvenuta ieri pomeriggio all’esterno di un cantiere edile di via Francesco del Monaco. Uno dei due operai, 25enne, è passato dalle parole ai fatti: ha estratto un cacciavite e ha aggredito il connazionale, che ha tentato invano di fuggire a bordo del proprio motorino. Sul posto, allertata dai testimoni, è arrivata una volante della polizia, che ha identificato i due aggressori, uno dei quali, 26enne, era sottoposto agli arresti domiciliari,  con il permesso di assentarsi da casa per recarsi al lavoro nel cantiere  in questione. Se la vittima dell’aggressione presenterà querela, i due saranno denunciati all’autorità giudiziaria.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*