A Prato la riunione del coordiamento regionale dell’Udc

Si è riunito a Prato il Coordinamento Regionale dell’Udc della Toscana alla presenza di tutti i vertici provinciali e regionali del partito, i consiglieri regionali ed i parlamentari nazionali. “Il fallimento di questo bipolarismo coatto, ormai giunto al massimo livello di deterioramento – si legge in una nota – rende indispensabile la formazione di una nuova aggregazione centrista e moderata, incentrata sull’UDC – FLI – API e quanti altri movimenti che ne condividano il progetto. Il Coordinamento ha esaminato, inoltre, la situazione politica della Toscana, anche in preparazione del prossimo turno elettorale amministrativo che interessa molti Comuni fra i quali quelli dei capoluoghi di Arezzo, Grosseto e Siena e la Provincia di Lucca. Si è convenuto di procedere in sintonia con la coalizione del ‘Polo per l’Italia’, tenendo conto delle peculiarità delle singole realtà locali nel rispetto del valore dell’autonomia. Respingiamo con forza visioni schematiche centralistiche che non tengono conto della sensibilità e degli interessi delle comunità che debbono essere amministrate. Prese di posizione pubbliche dei singoli partiti appartenenti al nuovo Polo per l’Italia, non condivise e concordate non impegnano l’Unione di Centro. Il Coordinamento Regionale condivide e sostiene a battaglia del Gruppo Regionale per modificare questa pessima legge elettorale richiamando il presidente Rossi alla coerenza degli impegni presi. Il Coordinamento Regionale, infine, condivide la necessità di dare avvio a tavoli regionali e provinciali con chi condivide il percorso del ‘nuovo Polo per l’Italia’, con particolare attenzione ad esperienze locali di liste civiche”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*