In provincia di Prato nel 2010 sottratti al fisco 136 milioni

Lotta all’evasione, contrasto all’usura, al riciclaggio e alla contraffazione. Sono questi i principali ambiti di intervento battuti dalla Guardia di finanza pratese nel 2010. Le fiamme gialle hanno scoperto 111 milioni evasi in materia di imposte sui redditi, 30 dei quali riconducibili a cinesi, 22 milioni di Euro in materia di Iva e 3 di Irap non corrisposti. Sono ben 52 gli evasori totali portati alla luce, 23 dei quali sono cinesi, per un totale di basi imponibili di 72 milioni di Euro occultati. La Guardia di finanza nel 2010 è stata molto attiva anche nel contrasto all’usura – reato letteralmente esploso nell’anno passato. Le indagini delle fiamme gialle hanno permesso l’arresto di 5 persone. In ambito farmaceutico sono state sequestrate 38mila confezioni di farmaci illegali. La lotta alla contraffazione ha portato alla denuncia di 46 persone, al sequestro di oltre 12 milioni e mezzo di metri quadri di tessuto falsificato e di oltre 2 milioni e mezzo di prodotti contraffatti. Ulteriori risvolti sono attesi prossimamente dall’indagine condotta sempre dalle fiamme gialle che ha portato alla denuncia di 64 soggetti per truffa a danno di istituti bancari.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*