Incendio in casa a Montemurlo, appartamento semidistrutto dalle fiamme

Un vasto incendio ha seriamente danneggiato un’appartamento di un palazzo in via De Nicola a Montemurlo. Il rogo si è scatenato questa mattina attorno alle dieci al secondo piano dello stabile. A scatenare l’incendio con ogni probabilità è stato il surriscaldamento di una canna fumaria, che passava all’interno di un ripostiglio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Montemurlo, inaugurato una settimana fa. Il pronto intervento dei pompieri, giunti in appena 5 minuti dalla chiamata, ha permesso di limitare i danni che comunque sono seri: il solaio bruciato dalle fiamme (nella foto) ha subito distaccamenti, le porte, le pareti e il vano scale sono annerite; oggetti e impianti elettrici completamente bruciati. L’appartamento, disabitato al momento del rogo, è stato dichiarato inagibile dai vigili del fuoco, così come il piccolo laboratorio di materiali elettrici allestito al piano superiore. A dare l’allarme è stata la stessa proprietaria di casa, che si trovava nell’appartamento sottostante assieme alla sorella. Le due donne hanno deciso di accendere il camino, dopo tanti anni di mancato utilizzo. La vecchia canna fumaria, non coibentata a dovere, si è surriscaldata; il contatto con il materiale accatastato nel ripostiglio adiacente ha fatto il resto, innescando il rogo. E’ questo il primo incendio di una certa portata domato dai vigili del fuoco di Montemurlo, che nella prima settimana di lavoro hanno già effettuato una ventina di interventi.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*