La Regione approva una variante al Pit e il sindaco Cenni si arrabbia

La giunta regionale ha approvato una variante al PIT che riguarda il Parco Agricolo della Piana. Con questo atto la giunta introduce una misura di salvaguardia  per le aree di riferimento alla formazione del Parco della Piana differenti rispetto a quelle concordate con gli enti locali. “Questo comporta non solo bloccare la formazione e l’approvazione degli strumenti urbanistici, ma addirittura questo provvedimento se adottato dal consiglio regionale, determinerebbe il blocco di una serie di varianti già adottate – ha detto il sindaco Cenni – secondo il quale il provvedimento bloccherebbe anche l’intervento già previsto di edilizia sociale nell’area ex Salvi Cristiani di via del Purgatorio, già oggetto di finanziamenti regionali.  Dall’assessorato regionale all’Urbanistica arrivano però inviti alla calma e alla tranquillità perché, pare, si sia trattato di un errore da parte della struttura in merito all’inserimento di alcune tavole nel contesto del provvedimento. “Se si considera anche l’altro errore, relativo all’ampliamento dell’aeroporto Vespucci, sorge il dubbio che Prato e i suoi cittadini siano oggetto di un’attenzione speciale, e non certo favorevole, da parte della Regione. Un dato che ci impone un atteggiamento di continuo sospetto nei confronti degli atti che ci riguardano” ha concluso Cenni.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*