«Ho sognato un mondo senza cancro»: Franco Mandelli domani sera a «Libri d’Italia»

Nuovo appuntamento con Libri d’Italia, domani lunedì 7 marzo. Protagonista dell’incontro sarà Franco Mandelli che, intervistato da Stefano Coppini, parlerà del suo libro «Ho sognato un mondo senza cancro» , edito da Sperling e Kupfer. La serata con Mandelli è la terza della rassegna promossa dall’assessorato alla cultura del Comune insieme al Lions Castello dell’Imperatore: l’appuntamento è come sempre nella sala conferenze della biblioteca Lazzerini, a partire dalle 21.30 (l’ingresso sarà da via Santa Chiara, accanto al Museo del Tessuto).
L’esistenza di un medico è una grande avventura. Quella di Franco Mandelli è stata molto di più: una corsa in salita, cominciata negli anni in cui leucemie e linfomi erano una condanna a morte certa. Attraverso i volti e le storie di uomini, donne e bambini da lui curati, il professor Mandelli racconta per la prima volta la sua vita, esprime il suo netto e lucido punto di vista su alcune questioni cruciali della medicina, rivela la missione che ne ha animato gli sforzi: trasformare leucemie e linfomi in malattie come le altre. Un nemico ostico e terribile, certo, ma che si può finalmente sconfiggere.

Il Professor Franco Mandelli è professore ordinario fuori ruolo di Ematologia all’Università “La Sapienza” di Roma. Dal 1979 al 2003 ha diretto a Roma il da lui creato, composto oggi di reparti ospedalieri di ricovero per adulti e bambini, centro trapianti di midollo, day hospital, ambulatori, servizio per le malattie emorragiche e trombotiche, servizio di assistenza domiciliare, casa-alloggio per malati e loro parenti, pronto soccorso ematologico 24 ore su 24. E’ Presidente dell’AIL- Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*