Altolà congiunto alla pista parallela

Una pausa di riflessione sulla vicenda dell’aeroporto di Peretola: la chiedono, in una lettera inviata al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, i presidenti delle Province di Firenze e Prato insieme ai sindaci della Piana fiorentina. Il documento è stato presentato oggi a Sesto Fiorentino. “Riterremo opportuno e necessario da parte sua – scrivono i firmatari – il riavvio, con tutti i soggetti istituzionali coinvolti, di un percorso di dialogo e confronto al fine di esperire, in fase di proposta, tutti i passaggi che consentano di arrivare ad una scelta condivisa. Perciò riterremmo utile e necessaria una ufficiale pausa di riflessione da parte della sua Giunta” si legge nel documento. “Prato avrà problemi se sarà realizzata la pista parallela per potenziare l’aeroporto di Peretola – ha detto Lamberto Gestri, presidente della Provincia di Prato – Gestri ha contestato le affermazioni di chi, recentemente, ha affermato che Prato non avrebbe problemi anche con la pista parallela, che vedrebbe gli aerei sorvolare parte del territorio provinciale: “Penso sia un’affermazione molto superficiale – ha detto – credo che i pratesi avranno problemi: i dati che abbiamo ci preoccupano, le isofone vanno a investire una parte consistente della città, densamente abitata. Vorrei capire la scientificità di certe affermazioni”. In questo senso, il presidente invoca un’analisi compiuta da “soggetti scientifici che siano al di sopra di ogni sospetto”. Riguardo all’assenza del sindaco di Prato Roberto Cenni dai firmatari della lettera, Gestri ha ricordato che “giovedì c’é la seduta del consiglio comunale sull’argomento, e vedremo quale sarà la posizione del sindaco. Se condivide la nostra posizione, ben venga”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*