Autoarticolato si ribalta all’uscita Prato est

Autoarticolato si ribalta all’uscita autostradale Prato est e blocca la circolazione su viale Leonardo da Vinci. E’ accaduto nel cuore della notte, alle 3.50. Il mezzo pesante, condotto da A.S. un italiano di 67 anni, è uscito al casello Prato est della A11 e si è immesso sulla rampa di accesso al viale Leonardo da Vinci, direzione Prato centro. Ma proprio al termine della rampa, nell’immettersi sulla declassata, al termine della curva, il semirimorchio si è sganciato dalla motrice, e dopo aver urtato il guard-rail si è ribaltato sulla carreggiata. Nessuna conseguenza per il conducente o per altri utenti, dato lo scarso traffico del momento.
Sul posto è prontamente intervenuta la pattuglia della Polizia municipale di Prato, per i rilievi di rito e per occuparsi della viabilità. In ausilio sono intervenute due pattuglie dei Carabinieri e una pattuglia della Polizia stradale, impegnate nella deviazioni di itinerario.
Il recupero del semirimorchio ribaltato è stato affidato ai Vigili del Fuoco che sono intervenuti con un carro gru speciale. Le operazioni sono apparse subito difficoltose anche perché il mezzo, che trasportava stoffe, era a pieno carico; per il notevole peso si è danneggiato il gancio del carro gru ed è stato necessario far intervenire un altro carro-gru di soccorso dei Vigili del Fuoco di Pistoia.
Per consentire il recupero del mezzo si è resa necessaria la temporanea chiusura del viale Leonardo da Vinci all’altezza del ponte della rampa autostradale, in entrambe le direzioni. Anche lo svincolo autostradale di Prato est in direzione centro è rimasto chiuso per alcune ore. Questo ha creato disagi soprattutto a partire dalle 6, quando il traffico della mattina inizia a intensificarsi. Alle 7.20 sono giunte sul posto altre pattuglie della Polizia municipale per gestire la viabilità e il traffico in aumento.
Finalmente alle 7.45, recuperato il mezzo e sgombrata la carreggiata, è stato riaperta la strada in tutte le direzioni e la situazione è tornata alla normalità nel giro di pochi minuti, appena in tempo per evitare gravi ripercussioni sul traffico della mattina.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*