Dopo gli esposti, altre due ditte cinesi sequestrate in via Aquileia

Nel luglio scorso erano già state controllate due ditte; stamani la squadra interforze ha chiuso il cerchio dei controlli in via Aquileia, accedendo ad altre due confezioni cinesi segnalate da esposti della cittadinanza per l’incessante e rumorosa attività orientale, con transito di furgoni a tutte le ore e problemi di carattere igienico-sanitario. All’interno delle due ditte, per i cui laboratori è scattato il sequestro, sono stati trovati 11 lavoratori irregolari; i due titolari sono stati così denunciati per sfruttamento della manodopera clandestina. Al controllo hanno partecipato, per i rispettivi ambiti di competenza, personale della Questura, polizia municipale, Direzione provinciale del lavoro, Inail e Asl, con equipaggi in appoggio della polizia stradale e del corpo forestale dello Stato.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*