Grande successo per la 2a Giornata della lettura alla Lazzerini

Grande successo stamani alla Lazzerini per la seconda edizione della Giornata della lettura, promossa dagli assessorati alla Pubblica istruzione e alla Cultura del Comune per le Giornata della memoria e del Ricordo, dedicate alle tragedie della Shoah e delle Foibe. Hanno gremito la biblioteca comunale oltre 200 ragazzi di varie età e varie etnie, ma tutti accomunati dalla riscoperta del piacere di leggere e di ricordare per prendere coscienza di quanto accaduto e far sì che non accada mai più. Scopo dell’iniziativa è infatti legare la memoria di queste tristi pagine della storia ad un evento in cui i ragazzi testimoniano, attraverso le loro riflessioni, i valori fondamentali della convivenza e della libertà. Insomma passare il testimone alle generazioni più giovani , dire, raccontare, scrivere perchè si sappia ancora e per sempre.
In onore del recente 150° anniversario dell’unità d’Italia, hanno inaugurato la mattinata intonando una versione rivisitata dell’ Inno di Mameli, dedicata a tutte le regioni che compongono il nostro Paese, i bambini della scuola dell’infanzia Abatoni, che insieme ai loro insegnanti hanno realizzato anche un’originale cartina del Paese. Le scuole che hanno aderito al progetto, la primaria Le Fonti e le secondarie di 1° grado Pier Cironi, Buricchi, S.Caterina, Malaparte, Ser Lapo Mazzei e Fermi, hanno poi letto i propri elaborati dedicati alle Giornate della Memoria e del Ricordo: riflessioni, poesie, ricerche e pensieri sui temi della Shoah e delle Foibe, ma anche sull’affascinante mondo dei libri, che hanno sorpreso ed emozionato per la loro profondità e sensibilità. Come toccanti sono state le letture dei due attori Francesco Borchi e Elisa Cecilia Langone della Compagnia stabile del Metastasio tratte da Se questo è un uomo di Primo Levi e La foiba grande di Carlo Sgorlon. «E’ stata una mattinata davvero intensa e riuscita – commentano gli assessori Rita Pieri all’Istruzione ed Anna  Beltrame alla Cultura – E’ stato bello vedere nei ragazzi tanta sensibilità e tanta consapevolezza delle tragedie della Shoah e delle Foibe e di quel che hanno comportato per l’umanità, unita al piacere di condividere attraverso la lettura un momento di crescita culturale. Ringraziamo quindi sia gli studenti che i loro insegnanti per l’impegno che hanno dimostrato».
Sempre nell’ambito dell’iniziativa, alle scuole elementari e medie saranno donate copie di Se questo è un uomo e Storia di Vera e Storia di Erika alle materne.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*