Il Comune dichiara guerra alla Coop: “O la strada per Tobbiana
o via la licenza” (Guarda il video)

Rischia di finire a carte bollate, il braccio di ferro tra Comune da una parte e Coop e Omnia dall’altra. L’assessore comunale Caverni è pronto ad andare fino in fondo e ha minacciato di non rinnovare a luglio il nulla osta per l’accesso da via delle Pleiadi, o addirittura di sospendere la licenza al Parco Prato e alla multisala. Il nodo del contendere è legato alla costruzione di una strada che parta dalla rotonda della tangenziale all’altezza del Parco Prato e raggiunga Tobbiana per alleviare il traffico nella zona di Casale, Vergaio e la  stessa Tobbiana.
L’opera, del costo di circa due milioni e mezzo di euro, era prevista tra gli oneri di urbanizzazione a carico di Oasis, la ditta costruttrice a cui poi sono succedute Coop e Omnia. Ma la strada, a un anno e tre mesi dall’inaugurazione del centro commerciale, non è mai stata realizzata.
Coop e Omnia, interpellate, al momento non prendono posizione ufficiale sulla vicenda. Coop si limita a dirsi pronta ad adempiere agli impegni presi, e aspetta un incontro chiarificatore con il Comune. Finora, assieme ad Omnia, si è rifiutata di intervenire perchè il Comune, nella scorsa amministrazione, non aveva inserito la strada nella lista delle opere che Oasis avrebbe dovuto coprire con una fideiussione bancaria. “In questa vicenda – afferma Caverni – ci sono stati comportamenti poco chiari da parte di amministratori e da parte di funzionari comunali, sui quali vogliamo fare chiarezza. Ma il comportamento di Coop e Omnia non è comunque accettabile. Venticinquemila persone aspettano che quella strada sia costruita, per ridurre l’impatto sul traffico che l’apertura del Parco Prato ha portato nei paesi vicini”.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*