La Lega ribadisce la contrarietà alla pista parallela

«Nella valutazione inerente alla pista parallela, la Lega Nord si è detta contraria, a differenza di quanto aveva espresso nel programma elettorale 2010, semplicemente per un fattore: perché nulla cambierebbe dalla situazione attuale». Lo precisa l’onorevole Claudio Morganti, eurodeputato e segretario nazionale della Lega Nord Toscana rispondendo a chi accusa la Lega di aver cambiato idea drasticamente rispetto a quanto scritto nel programma per le regionali 2010. «Con la nuova pista – afferma l’onorevole Morganti – i voli rimarrebbero gli stessi e nessuno avrebbe ulteriori benefici, bensì solo disagi agli abitanti. Diversamente sarebbe stato se la pista parallela portasse al Vespucci un miglioramento pratico come i voli intercontinentali, cosa che ci sembra che fino ad ora non sia emersa».

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*