Il pit scontenta anche il movimento cooperativo pratese

Il movimento cooperativo pratese esprime la propria contrarietà alla proposta di PIT che sta elaborando la Regione Toscana. “Una scelta che rischia di bloccare qualsiasi programmazione urbanistica della città, rendendo inattuabili le azioni di marketing territoriale e di riqualificazione di Prato, impedendo ogni forma di perequazione e bloccando la riqualificazione delle frange urbane degradate – scrive in una nota il movimento cooperativo pratese – pare inopportuna e limitativa della rappresentatività l’esclusione della Cooperazione e del settore agricolo nel confronto della Regione; il futuro della pianificazione urbanistica ed economica della città deve coinvolgere tutti i cittadini e tutti gli attori sociali” conclude la nota.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*