La Regione chiede l’inserimento della “Declassata” di Prato nell’accordo col Governo

Traffico sulla declassata durante la costruzione del sottopasso della questura

Traffico sulla declassata durante la costruzione del sottopasso della questuraLa Regione Toscana chiede al Governo di inserire il completamento del raddoppio per la Declassata di Prato tra le opere da realizzare nell’ambito dell’intesa-quadro Governo-Regione sulle infrastrutture di trasporto. A renderlo noto è l’assessore regionale a infrastrutture e mobilità, Luca Ceccobao, alla vigilia dell’aggiornamento dell’intesa previsto per il mese di maggio. “Questa richiesta – evidenzia l’assessore – sottolinea la necessità di potenziare un asse stradale importante per la viabilità nell’area pratese raddoppiando l’unico tratto, quello tra via Marx e via Nenni, che è rimasto ad una carreggiata. D’altra parte l”arteria pratese è già inserita nel programma di intervento sottoscritto col Governo con riferimento al sistema infrastrutturale a servizio dell’interporto di Gonfienti”. La Regione chiede di inserire l’intervento per la Declassata con il pieno sostegno degli enti locali, in testa il comune di Prato che ha ricordato la questione alla Regione nei giorni scorsi con una lettera del sindaco Cenni. I tecnici del Comune  hanno anche elaborato un progetto di massima: per realizzare l’opera occorre un intervento finanziario di circa 16 milioni di euro.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*