Piero Grasso incontra gli studenti pratesi (guarda l’intervista)

“E’ come se un arbitro pretendesse di fischiare la fine di una partita di calcio all’ottantesimo minuto, decidendo lui il risultato”. Ha usato una metafora calcistica  il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso, per commentare la legge sulla “prescrizione breve”, oggetto del dibattito parlamentare di questi giorni. Grasso ha partecipato questa mattina all’incontro con i ragazzi delle scuole superiori, nell’ambito del progetto “Sport e Legalità”, promosso dal CSI di Prato in collaborazione con l’Istituto “Gramsci – Keynes”. Numerose le domande dei ragazzi sui temi della mafia e dei rapporti della criminalità organizzata con la politica. Piero Grasso ha raccontato la sua esperienza al fianco di Falcone e Borsellino nel celebrare il maxiprocesso a Cosa Nostra e i passi avanti compiuti dallo Stato nel contrasto alla mafia. Ai nostri microfoni, il procuratore ha parlato anche della criminalità organizzata cinese a Prato. Nel video riportiamo l’intervista integrale a Piero Grasso.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*