Preiscrizioni alle scuole superiori 2011-12
in crescita Buzzi e livi

Licei ed istituti tecnici attirano ancora gli studenti che, usciti dalla scuola media, si affacciano alle superiori.
I numeri delle preiscrizioni di febbraio 2011 per il prossimo anno scolastico sostengono e rafforzano la strategia della Provincia: Livi e Buzzi in particolare aumentano in maniera consistente il numero delle prime classi, ma in generale si mantiene in trend degli ultimi anni che vede in crescita i licei e gli istituti tecnici e in relativa stabilità quelli professionali. Le nuove iscrizioni al primo anno della scuola secondaria di secondo grado sono complessivamente 2.154, di cui 1.021 ai licei, 705 ai tecnici e 428 ai professionali. Considerando anche la stima degli studenti ripetenti, si prevedono 2.534 alunni nelle classi prime dell’anno scolastico 2011/12, circa 100 in più rispetto a quello in corso. A livello di classi ne saranno attivate complessivamente 6 in più. Crescono i tecnici (+3 classi) ed i licei (+5 classi), mentre gli istituti professionali perdono 2 classi .
In particolare crescono le prime al Buzzi, al Livi, al Gramsci-Keynes e al Rodari. In controtendenza il Copernico che perde tre classi, e il Datini che ne perde due. Il nuovo liceo artistico, ex-istituto d’arte, mantiene quattro prime. 
Il 19% dei nuovi iscritti è costituito da alunni di cittadinanza non italiana. In valori assoluti, l’istituto con il maggior numero di nuovi iscritti di cittadinanza non italiana è il Datini, seguito dal Dagomari.
La piaga da combattere resta quella dell’abbandono. Su 100 ragazzi stranieri iscritti in prima superiore ben 54 abbandonano prima di aver conseguito qualsiasi qualifica, ma a interrompere gli studi ci sono anche molti italiani.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*