Tappa pratese del tour promosso da Rete Telematica Regionale Toscana

Linee strategiche comuni per la definizione dell’innovazione tecnologica a livello locale. Ha fatto il punto sulle azioni di intervento promosse dalla Provincia in materia di diffusione dell’amministrazione digitale l’incontro che si è tenuto all’interno del tour regionale promosso da RTRT (Rete Telematica Regionale Toscana) e che ha fatto tappa a Prato la settimana scorsa. Un momento di confronto anche con i Comuni nell’ottica dell’ascolto delle esigenze del territorio in vista della definizione del prossimo programma regionale sulla società dell’informazione e della conoscenza. Quattro le azioni di intervento presentate dall’assessore all’Innovazione della Provincia Alessio Beltrame, a partire dal potenziamento delle infrastrutture di rete. Dopo la conclusione del progetto banda larga sull’intero territorio, ora l’obiettivo da centrale è il raggiungimento di 7 mega nella velocità di navigazione e la Provincia si è fatta promotrice dell’istanza alla Regione, chiedendone l’inserimento nel piano regionale di sviluppo. Positivo il riscontro di successo per il progetto di rete federata WiFi di area metropolitana, dopo l’inaugurazione del 18 febbraio di WiFi Liberi tutti. Attualmente sono quasi duemila gli utenti iscritti, mentre sono già quattro i comuni della provincia collegati al servizio con l’attivazione di altrettanti access point. Ma non basta. Le linee di intervento dell’amministrazione provinciale puntano anche sui processi di de-materializzazione, attraverso la promozione dell’utilizzo di nuove tecnologie nei procedimenti amministrativi (posta certificata) per la realizzazione di una area full digital. L’impegno nel potenziamento dell’infrastruttura dei dati territoriali ha portato allo sviluppo di un sistema informativo integrato fra le pubbliche amministrazioni in grado di garantire la massima accessibilità all’informazione geografica, la riorganizzazione degli archivi secondo standard uniformi e comuni e l’erogazione di servizi a utenti e altri enti finalizzati allo snellimento delle procedure e quindi a una maggiore efficienza. Infine fra le azioni di sviluppo promosse dalla Provincia, che consentono di sfruttare al meglio la tecnologia per sviluppare servizi sempre migliori da offrire ai cittadini, l’utilizzo di Open Source, con una conseguente spontanea diffusione di buone pratiche a livello regionale e nazionale sul tema del protocollo informatico.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*