Aeroporto di Peretola, opere idrauliche faraoniche e costi alle stelle in caso di pista parallela

“L’ipotesi di pista parallela all’A11 impatta il Fosso Reale, canale con uno sviluppo fuori terra fra i quattro e i sei metri, che rappresenta il principale canale di drenaggio della Piana e che veicola tutte le “acque alte” provenienti da Monte Morello e di una parte dalla Calvana verso il fiume Bisenzio”. È quanto rileva il Consorzio di Bonifica Area Fiorentina, convocato dalla commissione consiliare della Regione Toscana sulla questione della variante al Pit.
Per permettere il superamento di questa e delle altre interferenze idrauliche con il reticolo minore, in caso di costruzione di pista parallela, sarebbe necessario spostare di quasi 4 chilometri verso ovest il fosso Reale e i canali colatori di acque basse, operazione che costerebbe dai 12 ai 15 milioni di euro. A queste cifre – rileva il Consorzio di Bonifica Area Fiorentina – va aggiunto il prezzo dell’esproprio di 24 ettari di terreno, quello per ulteriori opere idrauliche e per imponenti modifiche alla viabilità nella zona. In caso di allungamento dell’attuale pista ci sarebbero da fare soltanto interventi idraulici di piccola portata per un costo di 4,6 milioni di euro, senza dover effettuare espropri.

Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*